Untitled 1
libreria-online-archeologia.jpg

I nostri Studi  di Archeoastronomia nell'Antichità Romana




‼️IL MITO E LA LUCE - ARCHEOASTRONOMIA NELLA GROTTA DI SPERLONGA: UN SUCCESSO ANNUNCIATO!


✅  Come promesso, sabato 18 giugno Marina De Franceschini (archeologa) e Cristiana Ruggini (Direttrice del Museo di Sperlonga) hanno stupito i visitatori del Museo con gli "effetti speciali" luminosi creati dall'imperatore Tiberio nello spettacolare Triclinio estivo all'interno della Grotta.
 
✅ Marina De Franceschini ha illustrato in una conferenza al Museo le sue scoperte di archeoastronomia nella Grotta ed i risultati di diversi anni di studio.
Poi ci siamo trasferiti all'interno della Grotta per scoprirne i tesori segreti, come il mosaico sulle pareti del cubicolo decorato da conchiglie ed i rivestimenti di finte stalattiti che imitano quelle naturali,

✅ Solo nei giorni del Solstizio estivo (dal 18 al 25 giugno) stando nella nicchia di fondo della Grotta  B – dove un tempo doveva essere il Gruppo di Polifemo – si vede il Sole tramontare al centro, dietro al borgo di Sperlonga.

✅ Per l'occasione abbiamo sistemato una riproduzione in larga scala del gruppo statuario di Ulisse che acceca Polifemo, per mostrare come in origine venisse illuminato dal Sole al tramonto assieme ai commensali del triclinio, che venivano metaforicamente "accecati" dal Sole stesso.

✅ Questa illuminazione aveva uno speciale significato simbolico, legato ai rituali del Calendario romano in occasione del Solstizio. La Vila di Tiberio a Sperlonga è in pratica la più antica villa imperiale con orientamento astronomico e fenomeni luminosi, imitata da imperatori successivi come Nerone e Adriano.

‼️ Una Stonehenge di epoca romana!

© 2021-22  Rirella Editrice  

6957 Castagnola (Ticino) Svizzera.
Numero di registro fiscale: 5904874
Numero di controllo fiscale: 635.56.659.000
e-Mail:  rirella.editrice@gmail.com 


ennegitech web e social marketing

Sviluppato da Ennegitech su piattaforma nPress 2205